Ricette dolci/ Uncategorized

Crema alla vaniglia con rhum e amaretti

Ogni tanto mi capita di guardare su Real Time il programma di cucina condotto dallo chef Alessandro Borghese: Cucina con Ale. Lui è simpatico anche se non è esattamente il mio chef preferito, però la sua (finta) casa mi piace un sacco e soprattutto mi piace da morire la credenza da dove tira fuori ogni sorta di piatti, piattini, bicchieri e chi ne ha più ne metta, per presentare i piatti che di volta in volta prepara. Magari avessi una credenza così, piccola ma piena di cose carinissime! Ecco, premesso questo, l’altro giorno il buon Borghese ha presentato la ricetta per un dolce “dell’ultimo minuto”, un dolce da preparare in casa quando degli amici si invitano appunto all’ultimo minuto per cena (o pranzo). La sua ricetta non mi ha particolarmente colpito, però l’ho presa come sfida personale e con quello che avevo in casa mi sono cimentata anch’io nella preparazione di un dolce veloce e goloso.

INGREDIENTI
Dosi per 4 persone
  • 1/2 litro di latte
  • 3 tuorli d’uovo
  • 80 gr zucchero
  • 1 bacello di vaniglia
  • 1 bicchierino di rhum
  • 50 gr di amaretti
  • 1 cucchiaio di farina di maizena

PROCEDIMENTO

Mettete in un pentolino il latte con il bacello di vaniglia e portatelo lentamente ad ebollizione. Toglietelo quindi dal fuoco e lasciatelo riposare per alcuni minuti. Nel frattempo in una ciotola a parte sbattete i tuorli con lo zucchero e il rhum. Versateli quindi in un altro pentolino e fcontinuando a mescolare, aggiungete lentamente il latte vanigliato. Mettete il pentolino sul fuoco a fiamma bassa e mescolate il composto aggiungendo la farina di maizena per farlo addensare meglio. Quando vi sembra che la consistenza sia soddisfacente, né troppo liquida né troppo densa (eventualmente aiutatevi con un goccino di panna) togliete la crema dal fuoco. Versate la crema nei bicchierini e spolverizzatela con gli amaretti sbriciolati. Io non ne avevo in casa, ma penso sarebbe stato carino infilare nei bicchierini dei bastoncini di cioccolato.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.