Ricette lievitati/ Ricette pane/ Uncategorized

Pull apart bread di grano saraceno

Quella di ieri, qui nel padovano, è stata una domenica soleggiata accompagnata da una piacevole arietta che ci ha permesso di mangiare fuori in giardino e spolverare le bici dalle ragnatele accumulate durante la stagione fredda per fare un bel giretto nei dintorni. Speriamo sia il preludio ad una serie lunga di domeniche all’aria aperta… mai come quest’anno conto i giorni che mancano alla fine delle attività scolastiche e sportive connesse per poter finalmente tirare il fiato e rallentare le corse quotidiane. Intendiamoci, ci saranno i centri estivi, il campo scuola, lo stage di danza, ma tutto con ritmi ed orari un pelo più rilassati.
Nel frattempo, beccatevi questo lievitato la cui ispirazione è stata presa da qui ma che io poi ho riadattato cambiando farina e farcitura.
Lì per lì son stata un po’ scettica durante la fase di lievitazione… forse la scelta della farina di grano saraceno non era stata delle migliori…invece ta-dà, ottimo risultato anche come elasticità del lievitato.
Purtroppo son dovuta uscire di casa verso la fine della seconda fase di lievitazione e, mio malgrado, ho dovuto fidarmi di mio marito, chiedendogli di infornare il tutto e seguire passo passo le mie istruzioni. Me ne sono andata con un’apprensione…. Come quando si lasciano i figli a qualcuno di cui non si ha grande confidenza, perché ce li guardi per un’emergenza sorta…. Deo gratias tutto è filato liscio, son tornata ed era magnifico… il pane naturalmente, non mio marito.. ahahahaah!!!!!
Ce lo siamo divorato a pranzo accompagnato a dell’affettato ad un’insalata mista ed a un bel boccale di birra fredda!

INGREDIENTI

Per l’impasto
  • 330gr di farina manitoba
  • 50gr di farina di grano saraceno
  • 2 uova
  • 110 ml di birra rossa doppio malto
  • 60 gr di burro
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 8 gr di lievito per torte salate secco

Per la farcia
  • Erbette aromatiche miste (per me: una cucchiaiata di timo, 2 foglie di salvia, 1 rametto di rosmarino, 2 foglie di menta, una cucchiaiata di origano)
  • 1 spicchio d’aglio
  • 4-5 cucchiai di olio evo
  • 1 bicchiere di passata di pomodoro
  • 1 pizzico di sale
  • 100 gr di pecorino romano grattugiato

 


PROCEDIMENTO

Sciogliete il burro senza farlo scurire e versateci la birra.
Nella ciotola della planetaria versate le due farine setacciate con il lievito e lo zucchero, aggiungendo la miscela di birra e burro ed iniziate ad impastare. Aggiungete un po’ alla volta le due uova sbattute a parte con il sale e lavorate per almeno 5 minuti fino ad ottenere un impasto morbido ma elastico.
Ungete d’olio una ciotola pulita, metteteci all’interno l’impasto, pennellate la superficie con dell’olio, coprite e fate lievitare fino al raddoppio (ci vorrà circa un’ora e mezza). Io ho coperto con uno strofinaccio ed ho messo in forno con la luce accesa.
Nel frattempo preparate la farcia: sminuzzate le erbette, ed amalgamatele con l’olio, l’aglio tritato e la passata di pomodoro, salate e lasciate riposare.
Quando l’impasto sarà raddoppiato di volume rovesciatelo sulla spianatoia e stendetelo in un rettangolo di circa 40 x 30 cm aiutandovi con il mattarello e con le mani.
Per evitare che si attacchi al piano di lavoro è meglio stenderlo su carta da forno.
Tagliatelo poi in quattro strisce larghe circa 7,5 cm e, iniziando dalla prima, spalamtela con l’intingolo di erbette e pomodoro. Spolverate con abbondante pecorino grattugiato, poi sovrapponetevi la seconda cospargendola anch’essa di sugo e di formaggio e proseguite allo stesso modo con le altre due strisce.
Tagliate poi il tutto in 7 segmenti, in modo da ottenere 7 quadrati, ognuno con 4 strati. Disponeteli uno accanto all’altro, in verticale, in uno stampo da plumcake foderato di carta forno e fate lievitare per circa 40 minuti.
Cuocete a 180° per 35-40 minuti e aspettate almeno un quarto d’ora prima di servire.

You Might Also Like

No Comments

  • Reply
    Lilli nel Paese delle stoviglie
    May 18, 2015 at 11:00 am

    ho letto il tutto e la mia ignoranza ha trionfato quindi son venuta a vedere, che buono, mai sentito, mai fatto, ottimo ripieno, insomma interessante!!!

  • Reply
    Valentina
    May 18, 2015 at 11:43 am

    uh che meraviglia, vorrei vederne una fetta!

  • Reply
    elenuccia
    May 18, 2015 at 1:20 pm

    L'ho visto diverse volte in giro ma non l'ho mai preparato. E' davvero molto scenografico

  • Reply
    Claudia
    May 18, 2015 at 1:28 pm

    E' spettacolare.. adoro la farina di granos araceno nei lievitati.. e deve essere ottimo con tutte quelle erbette. smack e buon lunedì 🙂

  • Reply
    ~ Inco
    May 18, 2015 at 2:08 pm

    Ma è bellissima..mai provata.
    Lasciami una fetta.
    Buon pomeriggio<3

  • Reply
    speedy70
    May 18, 2015 at 8:01 pm

    Questa fantastica ricetta la copio, quanto è sfiziosa, da rifare, grazie!!!!

  • Reply
    Scamorza Bianca
    May 19, 2015 at 7:29 am

    Puoi sbizzarrirti con la farcia, seguendo la tua fantasia, viene davvero appetitoso!

  • Reply
    Scamorza Bianca
    May 19, 2015 at 7:30 am

    Ehmmm troppo tardi!

  • Reply
    Scamorza Bianca
    May 19, 2015 at 7:30 am

    Secondo me devi farlo assolutamente, dà molta soddisfazione

  • Reply
    Scamorza Bianca
    May 19, 2015 at 7:30 am

    Confermo, è davvero gustoso!

  • Reply
    Scamorza Bianca
    May 19, 2015 at 7:31 am

    E allora cosa aspetti?

  • Reply
    Scamorza Bianca
    May 19, 2015 at 7:51 am

    Fammi sapere se ti è piaciuta, una volta fatta!

  • Leave a Reply

    This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.