Ricette bambini/ Ricette dolci/ Ricette lievitati/ Ricette pane/ Uncategorized

Pangoccioli

Tutti prima o poi abbiamo provato a replicare le ricette dei prodotti confezionati che comperiamo al supermercato. Nel mio caso, credo che, a convincermi a provare i pangoccioli, più che l’atmosfera bucolica del famoso Mulino accompagnato dal suo ancor più famoso fornaio, inseparabile dalla sua gallina Rosita, sia stato leggere la ricetta della mitica Paoletta. Già, perché io, devo confessare che i pangoccioli non li ho mai acquistati, non mi hanno mai attirata, mentre la ricetta di Anice e Cannella mi acchiappata per bene. Complice il compleanno del guerriero (anni 7 eh, qui non si scherza più!!!!) mi son detta che avrei potuto provarci anche io.
Diversamente da Paoletta ho predisposto il lievitino la sera prima, l’ho lasciato coperto in frigo tutta la notte, e l’ho poi utilizzato la mattina seguente (non senza una certa ansia da prestazione) dopo averlo lasciato a temperatura ambiente una mezz’oretta.
Per il resto seguito pedissequamente ogni passaggio. Con un certo orgoglio posso dire che il risultato mi ha soddisfatta e così pure le piccole pesti intervenute al compleanno.

Che aspettate quindi? Rimboccatevi le maniche e impastate pure voi!


INGREDIENTI
  • 500 gr di farina 00 W330 (oppure 250 gr di farina 00 e 250 gr di manitoba del super)
    (facoltativo: 50 gr di farina di riso* da sostituire al totale
  • 10 gr di lievito di birra fresco
  • 1 cucchiaino di miele
  • 1 tuorlo
  • 1 uovo
  • 75/85 gr di zucchero
  • 10 gr di sale
  • 50 gr burro
  • 25 gr di strutto
  • 75 gr di gocce di cioccolato (tenute in freezer)
  • buccia d’arancia grattugiata
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 150 gr di acqua
  • 115 gr di latte intero
  • 1 tuorlo e poco latte per la pennellatura
* se non si ha la farina di riso, è sufficiente polverizzare del riso
 
PROCEDIMENTO

Con 25 gr di burro presi dal totale, preparare un burro aromatizzato facendo sciogliere quest’ultimo a fuoco basso, insieme alla buccia d’arancia grattugiata, fino ai primi sfrigolii.
Coprire.
Preparare un lievitino mescolando l’acqua, il miele, il lievito e 150 gr di farina forte (presa dal totale). Come vi dicevo nell’intro io l’ho preparato la sera precedente lasciandolo coperto in frigorifero per tutta la notte.

You Might Also Like

No Comments

  • Reply
    Claudia Di Nardo
    November 9, 2015 at 8:24 am

    Che buoni devono essere!!!! Mi credi se ti dco che non ho mai assaggiato quelli commerciali?? baci e buon lunedì 😀

  • Reply
    Dolci a gogo
    November 9, 2015 at 11:04 am

    I miei figli ne vanno matti e quelli fatti in casa sono di certo moooolto più sani quindi li proverò senz'altro, i tuoi sono perfetti!! Un bacione grande,Imma

  • Reply
    elenuccia
    November 9, 2015 at 12:53 pm

    Se le piccole pesti sono rimaste soddisfatte vuol dire che hai fatto centro. Sai che non li ho mai comprati neanche io? e neanche mai fatti. Mi hai fatto venire voglia di mettere le mani in pasta

  • Reply
    Scamorza Bianca
    November 9, 2015 at 7:48 pm

    vedo che siamo in più d'una…

  • Reply
    Scamorza Bianca
    November 9, 2015 at 7:48 pm

    grazie mille del complimento!

  • Reply
    Scamorza Bianca
    November 9, 2015 at 7:49 pm

    E allora cosa aspetti?

  • Reply
    Damiana
    November 11, 2015 at 6:06 am

    Il Banderas mi è sempre piaciuto,ma da quando impasta senza sosta,mi è calato un tantino…quasi quasi preferisco Rosita!Ma sai,i pangoccioli non hanno mai invitato neanche a me,ma da Paoletta tutto si trasforma,è l'atmosfera di troppa bontà!Ti son venuti divini,si vede che son morbidissimi…complimenti cara!Un bacino
    Ps…ma su fb ci sei?

  • Reply
    Damiana
    November 11, 2015 at 6:06 am

    Il Banderas mi è sempre piaciuto,ma da quando impasta senza sosta,mi è calato un tantino…quasi quasi preferisco Rosita!Ma sai,i pangoccioli non hanno mai invitato neanche a me,ma da Paoletta tutto si trasforma,è l'atmosfera di troppa bontà!Ti son venuti divini,si vede che son morbidissimi…complimenti cara!Un bacino
    Ps…ma su fb ci sei?

  • Reply
    Scamorza Bianca
    November 11, 2015 at 7:46 am

    Su fb ci sarò a brevissimo, purtroppo io e la tecnologia siamo lontani anni luce, mettici che son sempre con i minuti contati….

  • Reply
    Serena
    November 11, 2015 at 9:44 am

    Come Claudia ha scritto poco sopra, nemmeno io ho mai assaggiato quelli confezionati…. e immagino che, passando direttamente alla versione casalinga, a quei paninetti tristanzuoli soffocati nel cellophane, non mi abbasserò mai nemmeno in futuro 🙂

  • Reply
    Laura Maffessanti
    November 11, 2015 at 7:36 pm

    Altro che quelli confezionati!! Questi si sono fantastici!

  • Reply
    Scamorza Bianca
    November 12, 2015 at 2:34 pm

    Neanche io, soprattutto dopo aver scoperto questi!!!!!

  • Reply
    Scamorza Bianca
    November 12, 2015 at 2:34 pm

    Grazie!!!

  • Leave a Reply

    This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.