Ricette primi/ Ricette secondi/ Uncategorized

Mattonella di polenta e tosella con speck e verze

Venerdì sera ho avuto a cena degli amici pugliesi che, dopo parecchi anni di Veneto, torneranno a vivere a Bari. Per il saluto ho pensato di proporre qualcosa di “nordico”: polenta, formaggio fuso, speck e verze. Bello tosto eh? Decisamente, ma viste le temperature di questi giorni direi che qualche caloria ci serviva proprio! Il piatto viene perfetto quando la tosella inizia a sciogliersi e, in un caldo abbraccio avvolge tutti gli altri ingredienti. Provare per credere!

INGREDIENTI
Dosi per ogni piatto

1 fetta di polenta (dimensioni 12×5) spessa ca. 1,5 cm
4-5 fettine di speck
3 cucchiaiate di verze cotte
1 fettina di tosella rettangolare
Burro
Pangrattato
 
PROCEDIMENTO

Polenta: io ho preparato quella istantanea, l’ho stesa su un tagliere, livellata, e. una volta raffreddata, tagliata con il coltello con le dimensioni desiderate. Naturalmente nulla vieta che abbiate voglia e muscoli sufficienti per preparare quella tradizionale che va mescolata per almeno una quarantina di minuti o che optiate per quella confezionata, già pronta (non propriamente gustosa a mio avviso).

Verze: devono essere belle gustose, per la cottura vi rimando qui così vi fate pure una lezione di veneto. Diversamente, per una versione più light potete sbollentarle qualche minuto in acqua e aceto e poi condirle con dell’olio crudo, sale e pepe.
 
Tosella: è un formaggio vaccino che si cuoce, tipico dell’Altipiano di Asiago (VI). Ricoprite la fettina di formaggio con il pangrattato; in un padellino antiaderente bollente sciogliete una noce di burro, adagiatevi la tosella e fatela dorare 3-4 minuti per lato.

Composizione: prendete un piatto che possa andare in forno ed iniziate a comporre la mattonella partendo dalla fetta di polenta che pennellerete con del burro fuso. Appoggiate ora le fette di speck e distribuite quindi le verze. Da ultima la tosella. Infornate per qualche minuto a 150/160° fino a che vedrete il formaggio iniziare a sciogliersi avvolgendo gli strati sottostanti.

You Might Also Like

No Comments

  • Reply
    elenuccia
    January 25, 2016 at 2:56 pm

    Caspita che robina leggera 😉 ti confesso che alla faccia della dieta io adoro queste cose, adoro la polenta farcita e ripassata in forno. Questa tua versione doveva essere davvero fantastica

  • Reply
    Claudia Di Nardo
    January 25, 2016 at 3:15 pm

    Che bella proposta per consumare della polenta avanzata.. Mi piace.. proprio tanto gustosa!! baci e buona settimana :-*

  • Reply
    Lilli nel Paese delle stoviglie
    January 25, 2016 at 5:14 pm

    ecco io non sapevo cosa fosse la tosella, ho imparato qualcosa, piatto perfetto date le temperature!

  • Reply
    sississima
    January 25, 2016 at 8:13 pm

    gustosa e tanto, tanto invitante questa mattonella di polenta!! Un abbraccio SILVIA

  • Reply
    Scamorza Bianca
    January 25, 2016 at 8:57 pm

    Per la serie " pancia mia fatti capanna"

  • Reply
    Scamorza Bianca
    January 25, 2016 at 8:57 pm

    Grazie

  • Reply
    Scamorza Bianca
    January 25, 2016 at 8:58 pm

    A questo punto credo tu la debba assaggiare

  • Reply
    Scamorza Bianca
    January 25, 2016 at 8:59 pm

    Un bel Mazzone per dirla alla Barbieri!

  • Leave a Reply