Ricette dolci/ Uncategorized

Pflaumenkuchen torta di prugne: ricetta tedesca passo passo

Torta di prugne pflaumenkuchen

 

La scorsa settimana, qui al nord, è arrivata la pioggia. Naturalmente, mentre arrivava la pioggia, io non ero a casa, dietro ai vetri della finestra in cucina, con la tenda appena scostata ad osservare lo scroscio d’acqua… e una tazza fumante di tisana in mano, no…quelle son cose che si vedono nei film….io ero per strada, con un paio di sandaletti ai piedi, e stavo andando a riprendere l’auto dal gommista perchè avevo bucato…oh yeah! E quando son salita in macchina, fradicia, la prima cosa che ho pensato è stata: io adesso torno ed accendo il forno!
Detto, fatto: avevo questa ricetta non ancora provata, un sacchettino di prugne regalate da una vicina e un po’ di farina di grano saraceno da finire. E’ stato bello, una volta infornato il dolce, bere una tisana bella calda mentre fuori pioveva a dirotto…..
Mi sono ispirata qui.

Torta di prugne pflaumenkuchen

INGREDIENTI

Dosi per una teglia da 40*25*2
La forma tipica di questa torta è rettangolare ma potete usare anche uno stampo rotondo almeno 30/32cm di diametro. Vi verrà un po’ più alta dell’originale.

Per la pasta lievitata:

  • 350 g di farina 00 (per me 300gr)
  • 50g di farina di grano saraceno
  • 125 ml di latte
  • 25 g di lievito di birra fresco
  • 60 g di burro fuso a temperatura ambiente
  • 60 g di zucchero semolato
  • 1 cucchiaio di zucchero vanigliato
  • 1 uovo
  • la scorza di 1/2 limone bio grattugiata (io l’ho dimenticata)
  • 1 pizzico di sale

Per la copertura

  • 10 prugne rosse mature
  • 2 noci pesche (le prugne non bastavano)
  • 2 cucchiai di zucchero semolato
  • 2 cucchiaini di cannella (io l’ho omessa)
  • 1 cucchiaio di zucchero vanigliato
  • 2 cucchiai di gelatina di albicocche + 1 cucchiaio scarso di acqua per lucidare (omessa: la gelatina in genere si usa per conservare meglio la frutta, ma a casa mia la torta è finita subito non ce n’è stato bisogno)

Torta di prugne pflaumenkuchen

PROCEDIMENTO

Mettete la farina setacciata nella ciotola della planetaria e formatevi una fontana al centro. Versate il lievito di birra sciolto nel latte tiepido e coprite con un po’ della farina circostante. Fate riposare, coperto con un canovaccio, per 20 minuti.
Trascorso questo tempo prendete la ciotola e versate il burro fuso (a temperatura ambiente), l’uovo sbattuto a parte con il pizzico di sale, lo zucchero semolato e quello vanigliato. Cin sarebbe andata anche la scorza di limone, ma me la son dimenticata. Impastate il tutto a bassa velocità (massimo 2) utilizzando il gancio ad uncino fino ad ottenere un composto liscio ed elastico, che non dovrà essere appiccicoso (se dovesse esserlo, aggiungete poca farina per volta fino al raggiungimento della consistenza desiderata). Prelevate l’impasto con l’aiuto di una spatola e rilavoratelo brevemente a mano. Posizionatelo nuovamente nella ciotola e fate lievitare il tutto, coperto con un panno pulito, per circa 20 minuti.
Nel frattempo lavate le prugne e le nocipesche, tagliatele a metà, denocciolatele e tagliatele ancora a metà (ottenendo in tutto 4 spicchi per frutto). Trasferitele in un contenitore e cospargetele con lo zucchero semolato. Mescolate e fate riposare per circa 10 minuti in modo da far fuoriuscire parte del succo. Preriscaldate il forno a 180° e prelevate l’impasto dalla ciotola. Stendetelo con un mattarello su di una spianatoia leggermente infarinata dando la forma in base allo stampo che avete scelto dello spessore di circa 1/2 cm. Trasferitelo all’interno dello uno stampo imburrato ed infarinato. Con le mani rendetelo il più possibile uniforme e stendetelo in modo da ricoprire tutta la base. Disponete le prugne sulla superficie fino a ricoprirla completamente o quasi.
Fate riposare il dolce per altri 20 minuti circa, quindi spolverizzatelo con lo zucchero vanigliato e fatelo cuocere nel forno già caldo a 180° per circa 30 minuti.
Sfornate e lucidate le prugne ancora calde spennellandole con la gelatina di albicocche che avrete fatto scaldare in una piccola casseruola insieme all’acqua, mescolando per ottenere una glassa lucida e liscia. Fate raffreddare e servite. Il top secondo me è l’abbinamento con una pallina di gelato alla vaniglia o allo yogurt.

Vi piacciono le prugne ma preferite i dolci monoporzione? Queste sfogliette con le prugne fanno per voi!

You Might Also Like

4 Comments

  • Reply
    saltandoinpadella
    July 6, 2017 at 1:18 pm

    In pratica è una focacciona ad impasto diretto. Fantastico, così si fa anche presto. Adoro le focacce, sia dolci che salate . Mai fatta con le prugne

  • Reply
    scamorza bianca
    July 7, 2017 at 11:50 am

    Esatto, tu sei stata molto più tecnica di me!!!! AHAHAHA

  • Reply
    ipasticciditerry
    July 7, 2017 at 2:27 pm

    Adoro questo tipo di focacce dolci. Ci puoo mettere dentro i frutti che vuoi, sempre diversa e golosa. A casa mia non ci facciamo problemi ad accendere il forno, nemmeno con trenta gradi. 😉

  • Reply
    Rosalba
    September 23, 2017 at 2:27 pm

    Wow anche questa torta è una vera delizia! 😘
    http://mieleevaniglia.it

  • Leave a Reply