Search results for:

zucchine

Ricette primi

Risoni di farro con zucchine e salsa allo yogurt: ricetta fresca estiva

Risoni farro e zucchine

Risoni farro e zucchine

Ho trovato per caso al supermercato dei risoni di farro ed ho pensato di usarli per una ricetta fredda, visto che in questi giorni sembra che la calura sia la protagonista. Zucchine a km 0 e piante aromatiche della mia aiuola hanno completato il piatto. Portate pazienza sono di stracorsa, ultimi 15gg di scuola ed annesse attività pomeridiane e poi torno a trovarvi nelle vostre cucine. Buona settimana!!!

INGREDIENTI
Dosi per 4 persone

  • 350gr di risoni di farro
  • 4 zucchine di media grandezza
  • 3-4 fili di erba cipollina
  • 3-4 foglie di menta
  • Qualche rametto di basilico greco (o cmq basilico)
  • 200 ml di yogurt intero
  • 2-3 cucchiai di latte
  • Un po’ meno di ½ spicchio d’aglio tritato

PREPARAZIONE

Cuocete in abbondante acqua salata i risoni seguendo i tempi di cottura indicati nella confezione (per me 7 minuti). Scolateli e stendeteli a raffreddare su un canovaccio.
Lavate le zucchine, tagliate le estremità, poi tagliatele a metà nel senso della lunghezza ed affettate sottilmente ogni metà per ottenere tanti piccoli cubetti di ca. ½ cm di lunghezza.
In una padella versate 3-4 cucchiai d’olio evo, aggiungete le zucchine e saltatele a fuoco vivace mescolando per ca. 4-5 minuti. Devono mantenere la forma ed essere appena appena croccanti. A cottura ultimata salate a piacere.
Sminuzzate la menta, il basilico, l’erba cipollina e mettete da parte.
In una ciotola versate lo yogurt e diluitelo con il latte poi aggiungete l’aglio tritato ed un pizzico di sale.
Versate i risoni ormai raffreddati in una terrina e conditeli con dell’olio evo, aggiungete poi le zucchine e gli odori sminuzzati. Mescolate per bene.
Impiattate e al centro versate una cucchiaiata abbondante di salsa allo yogurt.

Qui potete trovare altre ricette a base di zucchine.

Ricette primi/ Uncategorized

Lasagne di pane carasau melanzane, zucchine e peperoni


Portate pazienza, m’è venuto il trip delle lasagne di pane carasau…le ho provate in “enne” versioni e mi piacciono davvero un sacco perché son veloci e davvero versatili. Prima che finisca la stagione comperate le ultime melanzane, gli ultimi peperoni e zucchini e provateli come vi suggerisco in questa ricetta.


INGREDIENTI
Dosi per 4/6 persone – teglia rettangolare 35cm*25cm
 
  • 250 gr di pane carasau
  • 1l di besciamella tenuta morbida (1l di latte, 75gr di farina, 50gr di burro). Qui la ricetta base besciamella
  • 2 grosse melanzane tonde
  • 2/3 peperoni
  • 3/4 zucchine
  • 2 mozzarelle
  • 1 cucchiaio di pesto al basilico
  • 3 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • Sale e olio evo

PREPARAZIONE
Lavate le melanzane, i peperoni e le zucchine, tagliateli a tocchetti da 1 cm ca. e cuoceteli separatamente in tre tegami con qualche cucchiaio di olio d’oliva e fiamma vivace. Se li tenete costantemente mescolati verranno belli asciutti e saporiti senza bisogno di nessun soffritto. Mi raccomando le verdure non devono spappolarsi. A cottura ultimata, salate e fate riposare.
Tagliate le mozzarelle a fettine sottili e fatele gocciolare
Preparate la besciamella e fatela raffreddare
Passate alla composizione: pennellate di olio il fondo della pirofila poi foderatela con il pane carasau che ricoprirete con la besciamella. Sopra alla besciamella versate i peperoni e qualche pezzetto di mozzarella. Fate un nuovo strato di pane carasau, pennellatelo di olio, ricopritelo prima di besciamella e poi di zucchine di nuovo con la mozzarella. Fate ancora uno strato di pane carasau, pennellatelo di olio, ricopritelo di besciamella, poi di melanzane ed infine di mozzarella. Terminate con il pane carasau pennellato d’olio e besciamella in cui avrete amalgamato il cucchiaio di pesto al basilico. Cospargete con il parmigiano ed infornate a 160° per ca. 50 minuti. Gli ultimi 5 minuti passate sotto il grill.
Fate raffreddare. Suggerisco di mangiarlo dopo almeno 4/5 ore dalla preparazione; ottimo il giorno dopo.
Ricette torte salate/ Uncategorized

Torta salata con zucchine


C’è un detto veneto che dice che “le cose è meglio farsele”. Io credo profondamente in questo detto, a volte faccio l’errore di cedere in tentazione e chiedo una mano…. Puntualmente me ne pento…..
Ecco….visto che era una settimana che non postavamo nulla, e visto che la torta salata con le zucchine, pur nella sua semplicità era venuta bellina, e visto che ero un pelo presa da enne cose che si erano accavallate, ho fatto di l’errore di chiedere a mio marito di scattare due foto…. Ora, non c’è niente di peggio del chiedere a qualcuno di aiutarti e questo qualcuno lo faccia di assoluta malavoglia….
Se avessi visto prima le foto, neanche una briciola gliene avrei fatta assaggiare !!!!!!!! AHAHAHAHAHA
Quindi, munitevi di fantasia, immaginate il mio nuovo stampo rettangolare con fondo amovibile, una bella sfoglia croccante e ben dorata, un ripieno morbido ed una copertura coreografica….. grrrrrrrrrr!


INGREDIENTI
Dosi per una teglia rettangolare 35*12*3cm
  • 1 rotolo sfoglia rettangolare
  • 300gr di ricotta
  • 1 uovo
  • 2 zucchine grandi
  • 3 cucchiaiate di parmigiano
  • 1 cucchiaio di pangrattato
  • 1 pizzico di curry
  • Sale, pepe, olio evo q.b.

PROCEDIMENTO

Stendete con il mattarello la sfoglia per allungarla un po’ e renderla delle dimensioni adatte alla teglia.
Bucate con una forchetta la sfoglia e mettete da parte.
In una ciotola ammorbidite la ricotta con una forchetta, aggiungete l’uovo sbattuto, un pizzico di sale ed uno di pepe ed amalgamate il tutto.
Stendete la crema di ricotta ottenuta all’interno della sfoglia e livellate con un cucchiaio.
Mondate le zucchine, e, con l’aiuto di una mandolina, affettatele sottilmente. Disponetele, leggermente sovrapposte sopra alla crema di ricotta, poi irrorate con dell’olio ed infornate a 200° per ca. 20 minuti.
Trascorso il tempo, estraete dal forno, spolverate con il parmigiano unito al pangrattato ed al curry e rimettete in forno per ulteriori 3 minuti.

Ricette torte salate/ Ricette veloci/ Uncategorized

Pasta matta alla ricotta ripiena di zucchine

La pasta matta viene presentata direttamente dal grande Pellegrino Artusi nel suo libro “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene” e la definisce così “Si chiama pasta matta non perché sia capace di qualche pazzia ma per la semplicità colla quale si presta a far la parte di stival che manca in diversi piatti, come vedrete. Spegnete farina con acqua e sale in proporzione e formate un pane da potersi tirare a sfoglia col matterello.
La sua versione prevede solo farina acqua ed un pizzico di sale; è neutra, leggera, perfetta per le torte salate; lavorabile fino ad uno spessore sottilissimo tanto è elastica.
Nel mio girovagare tra le vostre “cucine virtuali” sono incappata qui e seppur con qualche modifica ho provato la ricetta proposta da Laura.


INGREDIENTI

Per la pasta matta alla ricotta:

  • 250g farina 00 (per me 200gr di farina 00 e 50gr di farina integrale)
  • 250g ricotta (per me 200gr)
  • 2 cucchiai di olio d’oliva
  • 100g acqua
  • pizzico di sale (per me anche un pizzico di curry e di paprika)
Per il ripieno:
 
  • 3 zucchine media grandezza
  • poco olio
  • uno spicchio d’aglio
  • rosmarino
  • 100g scamorza dolce (per me formaggio grattugiato  misto tra parmigiano e pecorino)
  • poco pan grattato

PROCEDIMENTO

Nell’impastatrice con il gancio riunite tutti gli ingredienti della pasta matta fino ad ottenere una palla che avvolgerete nella pellicola e lascerete riposare in frigo una mezz’ora. Nel frattempo soffriggete l’aglio in poco olio, sale e rosmarino e rosolate le zucchine tagliate a fettine con la mandolina il tempo che si insaporiscano un po’ (5 minuti ca.) e lasciate freddare.
Sopra un foglio di carta da forno, stendete la pasta sottilissima, quasi trasparente  in un rettangolo.
Dividete idealmente in tre parti il rettangolo di pasta sul lato lungo e praticate dei tagli longitudinali larghi un dito sulle due parti esterne (superiore ed inferiore). Spolverate con poco pan grattato la parte centrale su cui appoggerete le zucchine avendo l’accortezza di non versare anche l’eventuale liquido di cottura che si fosse formato. Spolverate con il formaggio grattugiato . Il pan grattato serve ad assorbire un pochino i liquidi e il vapore rilasciati in cottura. Chiudete la treccia prima agli estremi e poi alternando le striscette e facendole sovrapporle appena. Pennellate con latte ed infornate a 180° per 45 minuti fino a doratura.
Ricette pasta/ Ricette pesce/ Ricette primi/ Uncategorized

Fusilli integrali con merluzzo legumi e zucchine


Venerdì pesce, si dice di solito, vero?
A casa mia, purtroppo, sarà perchè ci manca il pescinvednolo di fiducia, ne mangiamo veramente pochino. O forse questa è la scusa ufficiale, comunque sta di fatto che per fare un piatto di pesce devo veramente mettermi a pensarci!
Contrariamente a quanto vi ho appena detto, la pasta di oggi mi è venuta così, d’ispirazione ed è venuta davvero gustosa, tanto da decidere di proporvela. Chissà se con tutte ste pippe vi ho in qualche modo convinti!


INGREDIENTI
Dosi per 4 persone

  • 400 gr di pasta integrale (per me fusilli)
  • 400 gr di polpa di merluzzo
  • 2 zucchine di media grandezza
  • 250 gr di ceci cotti (per me erano un avanzo della cena, li avevo cotti in pentola a pressione come qui, ma credo possiate usare tranquillamente quelli in barattolo dopo averli abbondantemente sciacquati)
  • 1 tazzina di crema marsala
  • 2 foglie di salvia
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1 spicchio d’aglio
  • sale, pepe, olio

PROCEDIMENTO

Mettete a bollire l’acqua per la pasta.
In una padella, dove avrete messo ad scaldare 2-3 cucchiai d’olio, versate il pesce a tocchetti da ca. 2 cm di grandezza, la crema marsala e cuocete a fuoco vivace per qualche minuto, senza sfaldare il pesce. Controllate il sale.
In un padellino a parte con altri 2-3 cucchiai diolio d’oliva versate le zucchine precedentemente mondate e tagliate a tocchetti o a rondelle, lo spicchio d’aglio, il rosmarino e la salvia. Dopo qualche minuto unite anche i ceci e spegnete. Controllate il sale.
Scolate la pasta al dente, conditela con il pesce, eliminate l’aglio e le erbe aromatiche dalle zucchine con i ceci ed uniteli alla pasta. Dovesse servire, prima di impiattare terminate con un giro di olio d’oliva.

Buon we a tutti!!!!

Ricette base/ Ricette verdure/ Uncategorized

Zucchine trifolate

Discorso trito e ritrito: la materia prima fa la differenza e la si sente nelle ricette basic, quelle dove non puoi barare con l’aggiunta di qualche salsa o sughetto che supplisca alla mancanza di gusto all’ingrediente principale.
Mi sono state regalate delle zucchine a km 0, arrivate ancora impolverate di terra e tiepide perché appena strappate dalla pianta che era sotto il sole cocente. Il modo migliore per apprezzarne il sapore genuino era, secondo me, quello di cuocerle in tegame (anzi, “in tecia” si dice qui nel padovano). Ragazzi che gusto!!!!
So che in molti direte, ma chi non sa cuocere le zucchine trifolate? Beh, ho scoperto che, spesso, le ricette più banali e basilari sono sconosciute a molti, quindi beccatevi la mia versione!
Ah… le pizzette delle foto le ho fatte io, ehhhh! La ricetta qui.


INGREDIENTI
  • 1 kg di zucchine
  • 1 spicchio d’aglio
  • Olio evo
  • Sale e pepe
  • Qualche foglia di basilico e menta
PROCEDIMENTO

Spuntate e lavate le zucchine. Tagliatele a rondelle o a tocchetti.
In una padella scaldate 3-4 cucchiai di olio evo, e soffriggeteci l’aglio senza farlo colorire. Aggiungete le zucchine e sempre a fiamma vivace cuocete rimestando spesso per evitare attacchino al fondo. Procedete con la cottura facendo attenzione che le verdure rimangano croccanti. Una volta raffreddate, spezzettate grossolanamente con le mani qualche foglia di basilico e di menta e mescolatele alle zucchine. Molto più buone se mangiate il giorno successivo.
Ricette primi/ Ricette zuppe/ Uncategorized

Crema di zucchine con ricotta e pomodoro

Direttamente dal numero di luglio de La Cucina Italiana, questo piatto leggero, facile, light e senza glutine. Cosa volere di più?

 


INGREDIENTI
  • 500 gr di zucchine a tocchetti
  • 300 gr di pomodori perini
  • 200gr di ricotta (la ricetta originale prevedeva la mozzarella di bufala)
  • 60 gr di patate a tocchetti
  • Alloro, sale, pepe e olio evo

PROCEDIMENTO

Incidete i pomodori, sbollentateli, pelateli e, una volta privati dei semi, tagliateli a tocchetti molto piccoli e conditeli con sale, olio ed una fogliolina di basilico (maggiorana nella ricetta originale). Lasciate insaporire per tutto il tempo di preparazione della ricetta.
Rosolate la patata con due cucchiai di olio e due foglie di alloro, unite le zucchine, rosolate il tutto per 1’, poi bagnate con 500 ml di acqua, salate e pepate e cuocete per 15 minuti. Dopo aver eliminato l’alloro, frullate il tutto fino a ridurlo in crema. Fate intiepidire.
Distribuite la crema nei piatti, completate con la ricotta e la dadolata di pomodori conditi. Ottimo!
Appetizer/ Ricette antipasti/ Ricette finger food/ Ricette veloci/ Ricette verdure/ Uncategorized

Polpettine zucchine e feta greca

Questa ricetta me l’ha girata via sms, direttamente dalla Grecia dove è in ferie, la mia carissima amica Marica. Non so se abbia assaggiato queste saporitissime polpettine in qualche locanda e poi abbia spudoratamente chiesto ingredienti e dosi o se ne abbia letto in qualche rivista, sta di fatto che sono una gioia per il palato, un gioco da ragazzi nel prepararle e, secondo me, pure perfette per una dieta ipocalorica.

Alla faccia delle calorie mia figlia le ha intinte nella salsa tonnata e mi sa che per la prossima cenetta con amici seguirò senz’altro il suo suggerimento!

Con questa ricetta partecipiamo al Feta contest di The kitchen nook sulle ricette con la feta.


INGREDIENTI
Dosi per ca. 10 polpette

3/4 zucchine di medie dimensioni

100/120 gr di feta greca

100 gr di pane grattugiato

5/6 foglioline di menta

1 uovo

Sale/pepe


PROCEDIMENTO

Tagliate alla julienne le zucchine, salatele e fatele gocciolare su di un colino per unamezz’oretta.

Sminuzzate la feta e tritate le foglioline di menta. Sbattete l’uovo, salatelo ed insaporitelo con il pepe.

Amalgamate zucchine, feta, menta, uovo e pane grattugiato. Con le mani lavorate l’impasto e formate delle polpettine di ca. 5 cm di diametro che disporrete su una teglia.

12 minuti di forno a funzione crisp (io ho usato il microonde) ed il gioco è fatto!
Ricette pasta/ Ricette primi/ Ricette veloci/ Ricette verdure/ Uncategorized

Spaghetti alle zucchine sabbiose

Magari leggendo il titolo vi sarà subito venuta in mente quella sgradevole sensazione che si prova quando, inavvertitamente, ci si ritrova sotto ai denti qualche granello di sabbia… chiedo venia… ma è stata la prima cosa che mi è venuta in mente quando ho abbinato pan grattato e parmigiano nella ciotolina ed ho mescolato. E poi, dai, suvvia, si presta così bene alla stagione….
Ieri a casa si stava stupendamente, dopo il bell’acquazzone di sabato che ha ripulito l’aria da quell’umidità piuttosto fastidiosa. Il venticello ed il cielo terso ci hanno dato la possibilità di goderci il giardino per bene. Io poi ho potuto giocare a “mamma casetta” e lavare un sacco di biancheria (cercasi disperatamente qualche volontario per la fase dello stiro sigh…!)
Vi spiego la rapida ma saporitissima ricetta.


INGREDIENTI(dosi per 4 persone)
 
  • 320 gr di spaghetti  
  • 4/5 zucchine di piccole dimensioni 
  • 2 manciate di pane grattugiato (sempre così precisa, eh?) 
  • 1 manciata di parmigiano 
  • 1 spicchio d’aglio 
  • Olio, sale, pepe q.b.

PROCEDIMENTO
Soffriggete in un padellino lo spicchio d’aglio, poi uniteci le zucchine tagliate a bastoncini di circa un paio di cm e saltatele a fuoco allegro per almeno 5/6 minuti; devono rimanere belle croccanti. Fate raffreddare e poi uniteci pane e formaggio mescolati per bene. Ah, dimenticavo, io ho eliminato lo spicchio d’aglio a fine cottura.
Mettete a bollire l’acqua, cuocete gli spaghi, scolateli, irrorateli d’olio d’oliva e poi conditeli con le zucchine. A piacere aggiungete del basilico o del peperoncino. Buona settimana!
Ricette antipasti/ Ricette mare/ Ricette verdure/ Uncategorized

Mazzolini di fagiolini con besciamella di zucchine

I fagiolini sono tenuti insieme da totani grigliati e la besciamella è fatta con farina di riso, quindi adatta anche a chi ha l’intolleranza al glutine… ma come fare a dire tutto in un titolo?  A volte mi capita di leggere dei nomi di ricette così intriganti, che già alle prime parole inizia a venirmi l’acquolina in bocca. Io purtroppo non ne sono capace, non so se sia mancanza del dono della sintesi o poca fantasia, sta di fatto che anche oggi, se volete veramente capire di che si tratta vi dovrete leggere per intero il post.
Si tratta di una ricetta leggera ma gustosa e che prevede l’utilizzo di alimenti stagionali e a km 0: le zucchine arrivano dall’orto del cognato, i fagiolini dall’orto del contadino di fiducia vicino casa e il pesce arriva da Chioggia. Ah, dimenticavo! Tutti gli odori provengono dalla mia aiuola in giardino.
Insomma, bando alle ciance, vi racconto cosa ho portato in tavola.

INGREDIENTI
 
  • Fagiolini (4-5 per ogni mazzetto)
  • Totani (tanti quanti sono i mazzolini che volete preparare)
  • 2 zucchine bollite e frullate per bene
  • Besciamella (l’ho preparata con 250ml di latte, 25 gr di farina di riso, 25 gr di burro ed un pizzico di sale)
  • Misto di odori: timo, alloro, salvia, menta e basilico
  • 1 spicchio d’aglio in camicia
  • Vino bianco
  • Sale, olio q.b.

PROCEDIMENTO
La parte principale è data dalla preparazione dei totani che dovrete grigliare (mi raccomando sono sufficienti pochi minuti, altrimenti diventano duri e stopposi) e con queste calure la sensazione non è propriamente piacevole. Una volta cotti raccoglieteli in una ciotolina e conditeli con un filo d’olio.
In un tegamino assieme a 3-4 cucchiai d’olio,  allo spicchio d’aglio e agli odori, aggiungete i fagiolini mondati delle estremità e versate il vino. Cuocete a fuoco allegro per qualche minuto, poi eliminate gli odori a parte l’aglio. Mi raccomando, i fagiolini non dovranno sfaldarsi.
Preparate la besciamella con le dosi sopradescritte, poi aggiungete le zucchine e amalgamate per bene.
Formate dei mazzolini di fagiolini che legherete assieme con gli anelli di totano e accompagnateli con la besciamella verde servita nei bicchierini monoporzione.