Browsing Category

Ricette biscotti

Ricette biscotti/ Ricette dolci

Biscotti con farina di farro e farina di riso: ricetta leggera

Biscotti con farina di farro e farina di riso

“Hey! Ho bisogno almeno di un motivo che mi faccia stare bene
Sono stufo dei drammi in tele, delle lamentele, delle star in depre
Del nero lutto di chi non ha niente a parte avere tutto”

Biscotti con farina di farro e farina di riso

Ascolto sempre molto volentieri questa canzone alla radio e ieri mattina in macchina da sola mi sono chiesta cosa mi fa stare bene. Mi fa stare bene sapere che le persone a cui voglio bene stanno bene, e mi fa stare bene dedicarmi del tempo, magari cucinando. Nel week end appena trascorso son stata a casa da sola, avevo degli impegni che mi hanno fatta correre parecchio avanti e indietro. Ieri pomeriggio son tornata verso le 16, mi son fatta una doccia ed una tisana e poi ho acceso il forno preparando questi dolcetti che avevo visto settimana scorsa da Elena. Li ho un po’ modificati, ma mi son piaciuti davvero molto.

INGREDIENTI
Dosi per ca. 30 biscotti

  • 250gr di farina di farro
  • 50gr di farina di riso
  • 2 cucchiai di granella di pistacchio
  • 100gr di zucchero
  • 80gr di olio di riso
  • 250gr di yogurt alla vaniglia
  • 2 cucchiaini di lievito per dolci
  • 10 gocce di essenza di vaniglia

Biscotti con farina di farro e farina di riso

PROCEDIMENTO

Setacciate farine e lievito, aggiungete tutti gli altri ingredienti tranne lo yogurt che verserete un po’ alla volta man mano che verrà assorbito dalla farina. Otterrete un impasto molliccio, lavorabile comunque con la sac à poche o a mano come ho dovuto fare io, perché ho fatto confusione col beccuccio, ho rotto il sacchetto e con le mani tutte appiccicaticce mi son ingegnata a fare delle palline della grandezze di una noce poi schiacciate al centro.
Disponete su una teglia ricoperta di carta da forno e cuocete a 175° gradi per 20/25 minuti.

Ricette biscotti/ Ricette dolci

Biscotti per la festa del papà: ricetta semplice dal risultato garantito

Biscotti festa del papà

Biscotti festa del papà

Sul filo di lana per fare gli auguri a tutti i papà del mondo: a quelli giovani e a quelli “più grandicelli”, a quelli sportivi e a quelli col muscolo rilassato, a quelli che non possono passare il tempo che vorrebbero con i propri figli e a quelli che invece riescono ad essere presenti sempre. Auguri al mio papà che da tanto tempo ormai è andato a vivere su una nuvoletta ma mi manca sempre tanto…

Biscotti festa del papà

INGREDIENTI
Con queste dosi si ottengono ca. 20 biscotti con la forma che ho scelto io; direi almeno 30 se invece tirate la pasta ed usate una formina

  • 280gr farina 00
  • 50ml olio di riso
  • 100gr di zucchero
  • 2 uova medie + 1 tuorlo
  • 10 gr di lievito in polvere per dolci
  • 1 pizzico di sale
  • Qualche goccia di essenza di vaniglia
  • Zucchero al velo q.b.

Biscotti festa del papà

PROCEDIMENTO

In una ciotola sbattete le uova intere ed il tuorlo con lo zucchero. Aggiungete poi l’olio, la vaniglia ed il pizzico di sale.
Setacciate la farina con il lievito e versateli a pioggia nel composto di uova e zucchero. Impastate senza lavorare troppo fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo che avvolgerete nella pellicola e metterete a riposare per almeno mezz’ora in frigorifero (io li ho lasciati un paio d’ore perché avevo un impegno).

Trascorso il tempo necessario al riposo avete due possibilità:

  1. stendete la pasta non troppo sottile (direi 1/2cm) con un mattarello e con un coppapasta data la forma che preferite;
  2. prelevate un pezzetto di pasta poco più grande di una noce, dategli la forma di un grissino (tipo i bibanesi, avete presente?) lo ripassate nello zucchero al velo e lo appoggiate sulla placca da forno ricoperta di carta oleata premendo leggermente con il palmo della mano per appiattire.

In entrambi i casi rimettete la placca da forno in frigo finchè accendete il forno e raggiunge i 180°.
Raggiunta la temperatura infornate per almeno 15 minuti. Fate raffreddare i biscotti per la festa del papà su una gratella e poi inzuppateli nel latte, nel tè, nel succo, nel caffè o anche nello yogurt!

Il vostro papà preferisce i gusti più insoliti? Provate anche questi frollini al cacao con marmellata nascosta!

Ricette biscotti/ Ricette dolci

Frollini al cacao con marmellata nascosta: ricetta che piace ai bambini

 

Santo cielo che week end autunnale….io devo ovviamente ancora fare il cambio degli armadi…ma caspita fino a due-tre giorni fa indossavo ancora le t-shirt….sono impreparata a questo cambiamento così repentino!
C’è da dire che queste son comunque le temperature perfette per accendere il forno e preparare i primi biscotti della stagione fresca. In realtà avevo in frigo un rimasuglio di frolla, troppo piccolo per farci una crostatina, perfetto per un vassoietto di biscotti da accompagnare ad un tè. Non ho una mia personale ricetta per la frolla, mi ispiro di volta in volta, anche se tra le migliori, secondo me, c’è la ricetta delle sorelle Simili e quella di Paoletta.
Il rimasuglio era una frolla fatta seguendo la ricetta di Paoletta a cui avevo aggiunto un cucchiaino di cacao amaro in polvere. La frolla, in realtà, era la versione per crostata; leggetevi il suo interessantissimo post sulle differenze tra frolla per biscotti e quella per crostata… Io ne avevo un avanzo per crostata ma ho ugualmente provato a fare die biscotti e son venuti molto buoni.
Ricapitolando…

 


INGREDIENTI
 
Per la frolla vedi qui.
 

  • 1 cucchiaio di cacao amaro in polvere
  • Marmellata a piacere: per me quella di melanzane e limoni che vi giuro essere perfetta con i formaggi ma davvero delicata in questa preparazione.

 
PROCEDIMENTO
 
Con un mattarello stendete la frolla non troppo sottile, direi 4-5mm, con un coppapasta ritagliate le forme che preferite ed adagiatele su una teglia da forno ricoperta da carta oleata.
Infornate a 180° forno statico per ca. 10/12 minuti.
Estraete dal forno, attendete un paio di minuti e poi, facendo attenzione a non scottarvi e a non rompere i biscotti, ricopriteli – senza esagerare – di marmellata. Fate raffreddare. La frolla calda assorbe la marmellata e, secondo me ma anche secondo i miei pupi li rende davvero deliziosi. Secondo il consorte troppo dolci. Non ne è comunque avanzato mezzo!!!

Ricette bambini/ Ricette biscotti/ Ricette dolci/ Uncategorized

Frollini di soli albumi


Ok è ora di finirla: devo concentrarmi e smetterla di scambiare la crema per il corpo con il doccia schiuma… è vero le confezioni sono simili, ma non sono scusabile….non se succede tipo 4 volte di seguito in palestra in pausa pranzo con i minuti contati perché devo anche rientrare in ufficio!!!! Naturalmente la cosa sta facendo sbellicare le mie “colleghe” di corso…anche a me fa sorridere in questo momento, mentre scrivo, ma giuro che, nell’istante in cui mi rendo conto spalmando, che la consistenza non è quella della crema idratante e che ho sbagliato di nuovo, vengo invasa dallo “sconforto nervoso”: di nuovo???? Ma quanto rimbambita sono??????!!!!!! La soluzione del nano di 7 anni è stata: e smetti di metterti la crema no? Quasi quasi seguo il suo consiglio…
Or dunque, venendo alla ricetta di oggi: quando avevo fatto questa crostata mi era avanzata un po’ di pasta e invece di surgelarla l’avevo usata per fare dei biscotti. Son piaciuti davvero molto, eccomi qui perciò a suggerirvi come fare se vi venisse voglia di provare.


INGREDIENTI
Dosi per ca. 60/65 frollini da 5cm di diametro – spessore 4/5mm
  • 300 g burro morbido
  • 200 g zucchero semolato
  • 1 g sale
  • 34 g albume a temperatura ambiente
  • 500 g farina 00 (Sostituendo 50 g di farina con fecola, si otterrà una frolla più friabile)
  • ½ tazza di succo di frutta alla pera (o altro gusto a vostra scelta)
  • 1 manciata di mandorle a lamelle

PROCEDIMENTO

– Impastate burro, zucchero, sale fino ad ottenere una crema non montata
– Amalgamate l’albume alla crema di burro: lavorate in planetaria con la foglia o con un cucchiaio in una ciotola finchè tutta la parte liquida appare assorbita
– Aggiungete la farina e impastare brevemente
– Compattate il panetto e fate riposare un paio d’ore in frigo avvolto in pellicola
Trascorse le due ore:
– Lavorate brevemente la frolla fredda per renderla malleabile, senza scaldarla
– Stenderla sul piano leggermente infarinato allo spessore di circa 4-5 mm e ritagliate i biscotti con la formina che più vi piace spostandoli via via su una teglia ricoperta di carta da forno.
Una volta terminata la pasta pennellateli abbondantemente con il succo e versateci poi sopra qualche mandorla a lamella.
Infornate a 170° fino a doratura, ca.20/25 minuti.
Ricette biscotti/ Ricette dolci/ Uncategorized

Biscotti novariso

Perché il mondo ha bisogno delle donne

“Per tutte le violenze consumate su di lei,
per tutte le umiliazioni che ha subito,
per il suo corpo che avete sfruttato,
per la sua intelligenza che avete calpestato,
per l’ignoranza in cui l’avete lasciata,
per la libertà che le avete negato,
per la bocca che le avete tappato,
per le sue ali che avete tarpato,
per tutto questo:
in piedi, signori, davanti ad una Donna!”

W. Shakespeare

Felice Festa della Donna, amiche!


INGREDIENTI
(da una ricetta di L. Montersino – senza glutine e senza latticini)
Per circa 80 biscotti
  • 220 g uova intere + 100 g tuorli – per me 4 uova intere
  • 20 g miele
  • 270 g zucchero semolato – per me 250gr
  • 375 g farina di riso – per me 370gr
  • 8 g lievito per dolci
  • 1 baccello di vaniglia Bourbon
  • 10 g di Marsala secco

Per la finitura
  • 300 g zucchero in granella
  • 300 cioccolato fondente al 70%  – per me caramello salato

PROCEDIMENTO

Nella planetaria montate le uova intere con il miele, lo zucchero e i semi di vaniglia fino ad avere un composto spumoso e chiaro, l’impasto deve triplicare, ci vorranno ca. 10 minuti.
Setacciate la farina di riso con il lievito e incorporateli al composto con movimenti circolari dal basso verso l’alto per non farlo smontare. Aggiungete il Marsala.
Versate l’impasto nel sac à poche con bocchetta liscia e realizzate tanti piccoli ciuffetti (ca. 3 cm di diametro) sulla teglia distanziati gli uni dagli altri almeno 3/4 cm. Se li fate più grandi perdono la forma in cottura. Cospargeteli con lo zucchero in granella e cuocete  nella parte alta del forno a 210° per circa 7 minuti. Probabilmente a causa della differente dose di uova, il secondo giorno i biscotti erano mollicciosetti, li ho passati 3-4 minuti nuovamente in forno a 180° fino a renderli croccanti.
A cottura ultimata, fateli raffreddare su una gratella  ed uniteli poi a due a due con il cioccolato fuso in precedenza nel microonde, se volete seguire la ricetta originale, in alternativa con il caramello salato come ho scelto io.
Si conservano circa un mese chiusi in scatola di latta.

Ricette biscotti/ Ricette dolci/ Ricette vegan/ Uncategorized

Simil macine vegane


Nonostante provenga dal maestro Montersino (dal libro Croissant e biscotti) ho tentennato per un po’ prima di decidermi a preparare questa frolla….e sapete una cosa? Me ne sono amaramente pentita! Di aver lasciato la ricetta nel cassetto per così tanto tempo intendo…. Davvero molto buoni, sono croccantini, asciutti ma gustosi, secondo me perfetti abbinati ad una marmellata o inzuppati sia nel latte che nel tè. Ho già girato la ricetta a colleghe e mamme che li avevano assaggiati e pare abbiano fatto centro. Ragazze, provare per credere!
Buona settimana!!!


INGREDIENTI
Dosi per ca. 40 biscotti
  • 375gr di farina di farro bianca
  • 190gr di zucchero di canna grezzo
  • 50gr di olio evo
  • 50gr olio di semi (per me di riso)
  • 90gr di acqua
  • 10gr di lievito chimico per dolci

PROCEDIMENTO

Fate sciogliere leggermente lo zucchero nell’acqua, unite il lievito ed i due oli, poi versate la farina setacciata.
Otterrete un impasto molliccio, ma non preoccupatevi; avvolgetelo nella pellicola e lasciatelo riposare in frigorifero almeno una mezz’oretta. Una volta trascorso il tempo del riposo lavorate la pasta per mezzo minuto: potete farlo sia a mano o con l’impastatrice. Dovesse sembrarvi troppo duro, unite all’impasto un cucchiaio d’acqua.
Stendete l’impasto ad un’altezza di ca. ½ cm e con un coppapasta a vostra scelta ricavate dei biscotti. Io ho scelto la classica ciambellina con il buco. Disponeteli su una teglia ricoperta di carta da forno e cuocete in forno a 180° per ca. 15 minuti.

Ricette bambini/ Ricette biscotti/ Ricette dolci/ Uncategorized

Biscotti di San Valentino


Allora, capita spesso che, per farmi del male, io passi a visitare il blog di Pinella. Resto talmente estasiata da quello che prepara questa “fata pasticcera” che leggo, deglutisco, e non oso nemmeno commentare, tengo le distanze per una sorta di timore reverenziale.
Qualche giorno fa, solito giretto mattutino e vedo questi: mi dico che anche io potrei riuscirci, e  mi metto all’opera. Dispongo gli ingredienti, li peso tutti, mi accingo a cuocere le uova al microonde…cosa ci vorrà??? Basterà ricordarsi di bucarle dopo un po’ per evitare che esplodano, giusto? Giusto! Basterà ricordarsi di bucarle tutte!!!!! Io ne ho dimenticata una che non è scoppiata in cottura, ma solo nel momento in cui l’ho sfiorata per spostarla. Avete idea di quante minuscole particelle possano comporre un tuorlo d’uovo?????? Schizzate ovunque, sulla mia faccia in primis (per fortuna avevo gli occhiali), sui miei capelli (tempestati di forfora gialla) sulle piastrelle, il lampadario, no le tende noooooooo, in ogniddove insomma! Non sono nemmeno riuscita a dire una parolaccia, giuro che ci stava, eccome. Tramortita dal giallo che mi circondava, ho tirato fuori un altro uovo, l’ho bollito come ho sempre fatto, sgusciato e pestato il rosso assieme agli altri. L’odore persistente di solfuri se n’è andato solo quando ho infornato queste meraviglie che davvero vi assicuro meritano di essere provate.
Io ho voluto darci la forma di cuoricino, saranno i biscotti per la colazione di domenica mattina…se riesco a nasconderli!!!

INGREDIENTI

  • 125 g di farina 00
  • 125 g di farina di mais fumetto (per me fioretto, leggermente più grezza ma ugualmente buona per le preparazioni dolci)
  • 125 g di fecola di patate
  • 250 g di burro morbido
  • 125 g di zucchero al velo
  • 5 tuorli sodi*
  • mezza bacca di vaniglia Bourbon
  • un pizzico di sale Maldon

PREPARAZIONE

*Cottura dei tuorli: sgusciate 5 uova. Ponete i tuorli in una ciotola e coprite con acqua. Cuocete in micro-onde alla max potenza avendo cura dopo ca. 20 secondi di bucare con uno stecchino la superfice dei tuorli. A fine cottura (ci vorranno in totale ca. 60/70 secondi con potenza jet) scolate l’acqua ed eliminate i residui di albume cotto. Ancora caldi schiacciateli con i rebbi di una forchetta e fateli passare attraverso un passino.
Diversamente potete scegliere di rassodare le uova nel modo classico, con il guscio, in un pentolino con l’acqua. Una volta cotte, sgusciatele, mettete da parte gli albumi e schiacciate i tuorli prima con una forchetta, poi attraverso un passino. Meno figo ma sicuramente più sicuro!!!!

Setacciate le farine ripetutamente. Accertatevi che il burro sia morbido. Tagliatelo a pezzi e mettetelo nella boulle della planetaria (usando il gancio a foglia) insieme con lo zucchero al velo, anch’esso ben setacciato.  Mescolate una cucchiaiata di questo impasto con i tuorli setacciati. Unite anche il pizzico di sale Maldon e l’interno della bacca di vaniglia. Unite al resto dell’impasto. Mescolate e unite le farine. Lavorate poco, solo fino ad unire gli ingredienti. Se non disponete della planetaria, impastate a mano.
Stendete la pasta in uno strato alto pochi cm, copritelo con un foglio di carta da forno e conservate in frigo per circa 3 ore.
A questo punto decidete che forma volete dare ai vostri biscotti:
1)Se volete fare i biscotti con una forma, stendete metà impasto ad uno spessore di 1 cm e  con l’aiuto di un coppapasta date la forma desiderata.
2)Se volete, invece, fare i frollini tondi, lavorate l’impasto a cilindro (tipo salsicciotto) di circa 3 cm di diametro. Tagliate il cilindro a fette regolari con un coltello affilato in modo da ricavare dei dischi alti circa 1 cm.
A questo punto rimettete in frigo per un’altra ora e poi infornate a 170°C fino a colorazione ( circa 15 minuti): io ho cotto i primi 10 con forno statico, i secondi 5 a forno ventilato.
Appena cotti sono friabilissimi, attendete che siano completamente raffreddati prima di riporli in una scatola di latta.