Browsing Category

Ricette contorni

Ricette base/ Ricette contorni/ Uncategorized

Patate al forno a modo mio

Che cavolo di ricetta è mi direte… Chi non sa fare le patate al forno? Patate con la crosticina croccante all’esterno, morbide morbide all’interno che non si sfaldano quando le vai a rigirare??? Beh, io credo non siano così scontate…mi correggo, magari per voi son la cosa più banale da preparare, ma a me son venute spesso una schifezza: spappolate, troppo unte, mezze crude e mezze cotte…Ne ho impiegato di tempo per riuscire a trovare un modo per ottenere una teglia di vere patate al forno. Mi son detta: “Ci siamo!” quando il piccolo guerriero (che non mangia verdura patate comprese) ha chiesto di assaggiarle per poi papparsene un piattone…
Se vi va di proseguire con la lettura vi spiego come le preparo.


INGREDIENTI
Dosi per 4 persone
 
  • 6/8 patate di medie dimensioni
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1 spicchio d’aglio
  • Olio evo
  • Sale q.b.

PREPARAZIONE
Sbucciate le patate, tagliatele a pezzi possibilmente delle stesse dimensioni, diciamo 3 cm circa, e versatele nella pentola a pressione con mezzo bicchiere d’acqua. Cuocetele per non più di 2/3 minuti dal fischio poi scolatele facendo attenzione a non romperle. Ricoprite una teglia da forno con della carta da forno. Sbucciate lo spicchio d’aglio e strofinatelo sulla carta oleata. Questo è un passaggio facoltativo, evitatelo se non vi piace l’aglio, ma secondo me ci sta benissimo. Disponete le patate sulla carta da forno senza sovrapporle.
Spruzzatele con dell’olio d’oliva. Esistono in commercio delle boccettine per spruzzare l’olio, ma potete ovviare utilizzando uno spruzzino qualunque di plastica. Una volta spruzzate salatele e distribuite anche un po’ di rosmarino.
Infornate sotto il grill a 190/200° per ca. 10/12 minuti o comunque fino a che non acquisiscono una bella crosticina invitante. Giratele, ripetete l’operazione olio, sale e rosmarino ed infornate nuovamente.
Buon appetito!
Ricette antipasti/ Ricette contorni/ Ricette verdure/ Uncategorized

Fette di melanzane farcite


Finalmente le verdure dell’estate! Che gioia. Amo le melanzane in ogni loro declinazione, persino in versione dolce con il cacao. Con queste fettine credo di non parlarvi di nulla di nuovo, ce ne sono mille versioni. Le mie però son light ma, parola di coccinella, davvero intriganti.
Maestra Roberta questa ricetta è dedicata a te, per ringraziarti della tua importante presenza fatta di gioia ed energia positiva e sorrisi in questo anno scolastico, con l’augurio di ogni bene e sperando di non perderci di vista!


INGREDIENTI
Dosi per ca. 20/22 fette di melanzane
  • 2 grosse melanzane
  • 40/42 cucchiai di passata di pomodoro (2 cucchiai abbondanti per fetta)
  • 100gr di formaggio saporito grattugiato grossolanamente (per me caciocavallo)
  • Sale, olio, origano, timo, trito di cipolla, basilico, a piacere
  • Pane carasau

PROCEDIMENTO

Tagliate le estremità delle melanzane, lavatele e tagliatele a fette di uno spessore di ca. 1 cm.
Disponetele su una teglia da forno ricoperta di carta oleata ed infornate a 180° per ca. 20/25 minuti. Dovranno essere morbide ma non sfaldarsi. Trascorso il tempo lasciatele raffreddare nel forno aperto.
Dedicatevi alla passata di pomodoro: soffriggete leggermente il trito di cipolla, versateci la passata di pomodoro, e fatela cuocere a fuoco allegro per 10/15 minuti. Aggiustate di sale se necessario.
Riprendete le vostre fette di melanzane, salatele, ricopritele con un paio di cucchiai di passata di pomodoro, spolverate con origano e timo a piacere, un filo d’olio evo e per finire una bella manciata di formaggio.
Infornate nuovamente, questa volta sotto il grill giusto il tempo di far sciogliere il formaggio, regolatevi con il vostro forno, io 3/4 minuti.
Estraete le melanzane dal forno, sbriciolateci sopra del pane carasau per dare un tocco di croccantezza, guarnite il tutto con una fogliolina di basilico e servite!

Ricette contorni/ Ricette verdure/ Uncategorized

Pomodori San Marzano ripieni

Anche per quest’anno è fatta! Finite le scuole, finiti i corsi sportivi, visti i relativi saggi, mangiato pizze e grigliate e panini di commiato. Accumulato calorie per i prossimi tre inverni (è bene essere previdenti che non si sa mai….). Oggi partiranno i centri estivi, ma sono una passeggiata se paragonati al mese appena trascorso…tutto in discesa!
E ora, nonostante almeno qui da noi l’estate tentenni a decollare, un simil tentativo di ricette dedicate alla prova costume proviamo a farle… perché io, il pareo, lo voglio indossare con classe!!!!!!
Partiamo con questi pomodori che ho visto qui ed ho poi rifatto a modo mio. Vorrei dirvi, per convincervi della loro bontà che il piccolo di famiglia che non mangia verdura neanche sotto tortura, ne ha mangiati ben 4… ho prontamente avvisato conoscenti ed amici di eventuali ripercussioni sul meteo….


INGREDIENTI
Dosi per 4 persone
 
  • 10 pomodori san marzano molto maturi
  • 80 g di pane raffermo tagliato a tocchetti
  • 1 manciata di capperi risciacquati dal sale
  • 1 decina di olive piccole denocciolate
  • 50 gr di ricotta fresca
  • 5-6 foglie di basilico
  • 1 cucchiaiata di parmigiano
  • 2 cucchiai di latte
  • 1 pizzico di sale
  • 5-6 cucchiai di olio extravergine di oliva

PROCEDIMENTO

Lavate i pomodori e divideteli a metà nel senso della lunghezza.
Eliminate polpa e  semini al centro (ma non buttateli) e mettete i pomodori da parte in una ciotola.
Nel mixer mettete il pane assieme alle olive ed ai capperi, il basilico spezzettato a mano,  la ricotta ed il latte ed azionate. Dovrete ottenere un composto omogeneo. Dovesse sembrarvi troppo “mappazzoso” aggiungete un po’ della polpa che avevate eliminato dal centro dei pomodori.

Riprendete i pomodori dalla ciotola, salateli  e farciteli con il ripieno ottenuto. Spolverateli con il parmigiano ed irrorateli con l’olio d’oliva.
La ricetta originale dice di cuocerli in padella con fondo antiaderente per circa 30-40 minuti;
Se viene rilasciata molta acqua di vegetazione, proseguire la cottura senza coperchio fino a quando questa sarà completamente asciugata.
Io li ho disposti in una pirofila e cotti in forno a 180°, coperti con alluminio bucherellato per ca. 30 minuti, poi fatti gratinare per altri 10 e lasciati a raffreddare nel forno leggermente aperto.
Li ho preparati più o meno all’ora di pranzo e li abbiamo mangiati per cena. Si tratta delle tipiche preparazioni che acquistano gusto se non mangiate subito, ma il ripieno è talmente invitante che non siamo riusciti ad aspettare fino al giorno dopo….

Ricette contorni/ Ricette veloci/ Uncategorized

Patate alla birra

Nel corso della vacanza in camper in Scandinavia, mi sono ritrovata ad improvvisare una cenetta con dell’ottimo salmone affumicato acquistato sull’isola di Husoy, delle patate prese in un supermercato finlandese, un fondo di bottiglia di birra (quello che si avanza e che il giorno dopo nessuno vuole bere), il resto di un panetto di burro salato reperito sempre in zona. Una delle poche serate di pioggia in cui non ci siamo mossi, vetri appannati ma vista strepitosa sul mare agitato dal vento e nessuno intorno, a parte il camper dei nostri amici. Che paradiso! Non ci crederete, le patate son venute un portento! Oserei dire un vero e proprio “comfort food”, visto il contesto. Lungo la strada del ritorno, nelle vicinanze di Hannover, per evitare dei lavori stradali lungo l’autostrada, abbiamo percorso un tratto di strada che correva tra le fattorie del posto e che vendevano, guarda caso le famose patate (di Hannover per l’appunto) a pasta giallissima e sodissima, saporitissime. Ne abbiamo preso un bel sacco e, appena tornati a casa, tanto la temperatura si prestava perfettamente, ho voluto ritestare la ricetta. Banali, banalissime, ma vi assicuro, dovete provarle! Buona settimana!


INGREDIENTI

  • 6/7 patate di media grandezza (per me patate di Hannover)
  • 1 bicchiere di latte intero fresco
  • ½ bicchiere di birra scura
  • 50 gr di burro salato
  • Una presa di sale
PROCEDIMENTO

Pelate le patate, lavatele e tagliatele a tocchi da 3cm ca. di grandezza, disponendole in una capace casseruola con i bordi alti.
Unite il latte, la birra ed il burro, mettete sul fuoco e, a fiamma vivace, senza coprire, lasciate cuocere avendo cura di rimestare di tanto in tanto. Il liquido inizierà a sobbollire, fate attenzione che non fuoriesca dal bordo della pentola. Le patate, cuocendo, lo assorbiranno e, assieme all’amido che rilasceranno, lo trasformeranno in un sughetto delizioso. Attenzione! Non devono assolutamente sfaldarsi, ma mantenersi belle sode e compatte.  Verso fine cottura verificate che siano salate a sufficienza, eventualmente aggiungete un pizzico di sale.
PS: Se foste interessate a riprodurre i crackers svedesi che vede qui in foto, vi rimando a queste ricetta degli knaeckebrot
Ricette contorni/ Ricette verdure/ Uncategorized

Indivia belga stufata

Vorrei chiudere la settimana con della verdura: l’indivia belga, ma cotta.
L’ho stufata con dello scalogno (in fondo anche il maestro Cracco ritiene faccia figo…) e l’ho cotta abbastanza perché mi pareva sempre troppo al dente. Appena pronta mi dava l’idea di un amarognolo troppo intenso, ma dopo una notte di riposo devo dire che si era insaporita per bene con le olive, motivo per cui ve la propongo fiduciosa che la apprezzerete.
Buon we!



INGREDIENTI
Dosi per 4 persone
  • 500 gr di indivia belga
  • ½ scalogno
  • 10 olive
  • ½ tazzina di aceto
  • Sale, pepe e olio evo
Affettate e soffriggete lo scalogno con 3 cucchiai d’olio, aggiungete l’indivia affettata e, a fuoco vivace, rimestate per qualche minuto. Versate l’aceto e sempre mescolando fate evaporare.
Affettate le olive, aggiungetele alla verdura e proseguite con la cottura. Salate e pepate.
Ricette base/ Ricette contorni/ Ricette veloci/ Ricette verdure/ Uncategorized

Cipolle stufate

Oggi un inno alla cipolla, vegetale diffuso in tutto il mondo, di numerose varietà che prendono il nome dal colore della buccia, dal luogo di provenienza e dalla forma del bulbo. La cipolla ha un consistente valore nutritivo, grazie alla presenza di sali minerali e vitamine, soprattutto la vitamina C, ma contiene anche molti fermenti che aiutano la digestione e stimolano il metabolismo; inoltre contiene anche oligoelementi quali zolfo, ferro, potassio, magnesio, fluoro, calcio, manganese e fosforo, diverse vitamine; flavonoidi con azione diuretica e la glucochinina, un ormone vegetale, che possiede una forte azione antidiabetica.
Suvvia, superate l’avversità verso questo vegetale e datele una possibilità!


INGREDIENTI
Dosi per 3-4 persone
  • 4 cipolle bianche di medie dimensioni
  • 3 cucchiai di olio evo
  • ½ bicchiere di acqua calda
  • 30 gr di ricotta affumicata stagionata grattugiata ( o qualunque altro formaggio a pasta dura a vostra preferenza)
PROCEDIMENTO
 
Sbucciate le cipolle, affettatele grossolanamente, e adagiatele in un tegame con l’olio. Accendete il fuoco e cuocete un paio di minuti, poi, senza mescolare, aggiungete il mezzo bicchiere d’acqua, mettete il coperchio e lasciate andare il fuoco per una ventina di minuti. Le cipolle dovranno essere morbide ma non sfaldarsi. Salata, pepate e ricoprite con il formaggio grattugiato. Spegnete il fuoco, coprite per un paio di minuti e poi servite.
Ricette contorni/ Ricette verdure/ Uncategorized

Finocchi gratinati

Dunque, anche voi, man mano che passano i giorni state piano piano riempendo il calendario di appunti sulle varie cene e/o ritrovi per saluti, auguri etc etc in vista delle festività natalizie? La mia vita in questo periodo dell’anno diventa un grande, grandissimo tetris… tra il lavoro in primis, saggi e recite di Natale, amici che non si vedono da tempo e che “almeno” in questa occasione fa piacere rivedere… un disastro! E se salta qualcosa si salvi chi può….
In questo contesto preparare da mangiare non è facilissimo, e, per quanto mi riguarda, cerco di compensare le serate goduriose con pranzi “tranquilli” che nuociano il meno possibile.
Tutto sto preambolo per presentarvi degli umili finocchi gratinati al forno, ricoperti da una besciamellina light fatta sostitueno il latte con il brodo vegetale. Giurin giurello, da provare!


INGREDIENTI

  • 4 finocchi di medie dimensioni
  • 1/2 litro di brodo vegetale
  • 50 gr di farina 00, ma all’occorrenza potete usare anche quella di riso
  • 1 noce di burro
  • due manciate di formaggio grattugiato

PROCEDIMENTO

Mondate i finocchi, tagliateli a spicchi non troppo sottili e lavateli. Poi cuoceteli in acqua (bolliteli) fino a che, infilzandoli con una forchetta, risulteranno morbidi.
Scolateli e lasciateli a gocciolare.
Preparate la besciamella sostituendo banalmente il latte con il brodo vegetale (qui la ricetta base). Naturalmente per un piatto più sostanzioso potete fare la besciamella con la ricetta originale.
Amalgamate una manciata di formaggio grattugiato.
Prendete una pirofila, stendete uno strato sottile di besciamella, disponete sopra i finocchi, salateli e poi irrorateli con la besciamella. Cospargete la superficie con il formaggio grattugiato rimanente.
Infornate con la funzione grill per 10/15 minuti.
Ricette contorni/ Ricette vegan/ Ricette veloci/ Ricette verdure/ Uncategorized

Fettine di zucca al forno

Mi è incomprensibile pensare di alzarmi da tavola senza aver mangiato della verdura. E, se d’estate la soluzione è a portata di mano, perché in tre secondi si riesce a mettere in tavola una terrina di insalata, o un bel piatto di pomodori affettati, d’inverno, per chi ci tiene a rispettare la stagionalità, la maggior parte delle verdure a disposizione richiedono la cottura. In genere, se posso, mi organizzo cuocendole la sera prima, così, quando rientro dal lavoro devo solo scaldarle. Spesso se preparate con un certo anticipo sono addirittura più gustose. Oggi voglio parlarvi delle fettine di zucca al forno… non è nemmeno una ricetta, data la banalità della preparazione, ma trovo che sia una soluzione gustosa, veloce, economica, poco calorica e davvero alla portata alla chiunque! Cosa volere di più?


INGREDIENTI
Zucca tagliata a fettine di ca. 1 cm di spessore
Rosmarino, salvia, sale, olio
PROCEDIMENTO

Pulite per bene, con un panno umido la zucca, poi, ancora cruda e senza togliere la scorza affettatela. Disponete le fettine, leggermente sovrapposte, in una pirofila. Salate, cospargete di rosmarino, aggiungete 2 – 3 foglioline di salvia e terminate con un filo d’olio d’oliva.
Coprite con un foglio di alluminio, bucatelo con una forchetta per far fuoriuscire il vapore ed infornate a 200° per ca. 20 minuti. Lo trovo un ottimo contorno. Se vi avanza, la polpa così cotta è perfetta per un risotto o per condire una pasta.
Ricette contorni/ Ricette verdure/ Uncategorized

Teglia di peperoni

Cari amici ben trovati! Speriamo stiate tutti bene e che abbiate potuto godere di qualche giorno di vacanza, o comunque di relax, lontani dalla routine quotidiana. Anche se è il secondo giorno di settembre, poiché il sole continua a fare presenza, anche se non più intenso come qualche settimana fa, abbiamo deciso di ripartire ma postando ancora qualche ricettina estiva, con i rimasugli dei frutti di stagione.
La ricetta della teglia di peperoni è liberamente tratta dal numero di agosto de La Cucina Italiana (neanche la fatica di mettere in moto la cellula grigia ancora in “mood” vacanziero). Provatela, perché ne vale davvero la pena!

INGREDIENTI
  • 1 cipolla
  • 4 peperoni (per un totale di ca. ½ kg) dei colori che preferite
  • 4 cucchiai abbondanti di pane grattugiato
  • 2 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • Qualche oliva nera tritata grossolanamente
  • Qualche foglia di basilico e menta
  • Sale, pepe ed olio d’oliva

PROCEDIMENTO

Affettate la cipolla e rosolatela con dell’olio d’oliva. Appena inizia ad appassire aggiungete i peperoni tagliati a falde sottili e saltateli a fuoco vivace per 4-5 minuti. Aggiungete le olive e regolate di sale.
Condite il pane con olio ed erbette sminuzzate, aggiungete il parmigiano.
Trasferite le verdure in una teglia da portata distribuendoci sopra il composto di pane e parmigiano.
Unica raccomandazione: le verdure devono rimanere croccanti, in questo modo non perderanno liquido e saranno anche molto più digeribili.
Ricette contorni/ Ricette verdure/ Uncategorized

Pomodori perini al forno con olive e capperi


Un’amica mi ha fatto assaggiare dei pomodori in vasetto prodotti da una nota marca alimentare. Devo essere onesta, erano molto buoni, ma, ovviamente, in quanto confezionati industrialmente, non propriamente naturali. Mi è venuto in mente di provare a riprodurli con prodotti freschi. Risultato davvero all’altezza… E che, sono forse meno della Saclà io?????


INGREDIENTI

  • 10 pomodori perini maturi
  • 1 manciata di olive nere
  • 1 manciata di capperi
  • 1 manciata di origano
  • Olio/sale/pepe
  • 1 spicchio d’aglio (facoltativo)
PROCEDIMENTO

Incidete i pomodori sulla calotta, tuffateli un paio di minuti in acqua bollente, poi una volta raffreddati pelateli e tagliateli a metà nel senso della lunghezza.
Strofinate lo spicchio d’aglio sul fondo e sui lati di una pirofila, disponete i pomodori senza sovrapporli, distribuite olive e capperi, cospargete di origano, sale e pepe. Terminate con un giro d’olio d’oliva ed infornate a 180° per 20 minuti.
Fate intiepidire prima di servire. Ancora più buoni se preparati il giorno prima.