Browsing Category

Viaggi e dintorni

Uncategorized/ Viaggi e dintorni

Lubiana e lago di Bled in Slovenia

A sole 2 ore  e mezza di strada da Padova, la Slovenia può essere un piacevole diversivo anche in periodo invernale. Mi è capitato di andarci i primi giorni di gennaio: sole splendido, cielo terso e pochi gradi sotto zero… Ma comunque quanto basta per rendere obbligatoria la tappa ai baracchini del vin brulè (che qui preparano senza cannella).

Partiti in mattinata, prima tappa Lubiana, dove non andavamo da un po’ di tempo. Ritrovato la città pulita e ben organizzata che ricordavo, con un ampio parcheggio vicinissimo al centro dove abbiamo potuto lasciare il camper.
Se volete visitarla con il clima natalizio il periodo migliore va dall’8 dicembre al 2 gennaio, nei giorni successivi rimangono le luminarie (davvero molto belle) ma il resto viene chiuso.

Se il tempo lo permette fate un giretto con le piccole chiatte sul fiume Ljubljanica, passeggiate fin sù al castello e fatevi raccontare la leggenda del drago che rappresenta anche lo stemma della città; attraversate il fiume sul triplo ponte, non perdetevi il giardino verde di Tivoli.

A circa 60km da Lubiana il lago di Bled, moooolto frequentato con la bella stagione, in questo periodo decisamente più tranquillo (a me è piaciuto di più in questa occasione, troppa gente non mi rilassa). Potete passeggiare attorno al lago, son circa 6 km totalmente pianeggianti e percorribili anche se avete un passeggino da spingere.

Tappa obbligata una sosta al Park Hotel lungo il percorso per assaggiare la torta più famosa di tutta la Slovenia: la cremna rezina, inventata da Ištvan Lukačević nel 1953 rivisitando una ricetta serba. Si tratta di una sfoglia che racchiude una crema pasticcera ed una panna montata ottime e che viene servita seguendo rigorosamente la tradizione in fette di 7 x 7 cm…. camminare abbiamo camminato, freddo ce n’è….un po’ di calorie che male faranno????

Non perdete l’occasione di salire a bordo delle tipiche barchette di legno (pletna) dal fondo piatto e con un telo colorato per tetto e raggiungete l’isolotto al centro del lago. Il giro in pletna non è economicissimo ma i barcaioli le spingono in piedi usando due remi… e se pensate che arrivano a portare fino a 20 persone, lo sforzo va ben ripagato…
Dal lago di Bled seguite le indicazioni per il lago di Bohinj, ca. 30 km di strada, ma ne vale davvero la pena. Qui la zona è molto meno turistica e molto più adatta per gli amanti dello sport, camminate in primis. In autunno i colori sono mozzafiato.
Sulla strada del ritorno verso l’Italia, se vi avanza qualche ora fermatevi a Postumia e visitate le omonime grotte. I bambini si divertiranno un sacco, il primo tratto lungo ca. 2 km si percorre a bordo di un trenino. Gli animali NON sono ammessi.

Vi ho incuriositi? Se avete bisogno di altre info pratiche non esitate a contattarmi! Buona settimana!

Uncategorized/ Viaggi e dintorni

Festa del torrone e November Porc

Che c’azzecca il torrone con il “porc”? Lo zero assoluto direi, se non fosse che, nel week end appena trascorso, son terminate a Cremona la Fiera del Torrone, ed in provincia di Parma (quindi a pochi kilometri di distanza) la maratona sul maiale meglio conosciuta come “November Porc”. La Fiera del Torrone ha occupato le piazze cittadine per un paio di fine settimana, quella del maiale, invece, si è svolta per 4 week end consecutivi dal 4 novembre a ieri tra i paesini di Sissa, Polesine, Zibello e Roccabianca. Vi suggerisco di appuntarvi questi due eventi per le prossime edizioni: mettono d’accordo un po’ tutti, sia chi ama il dolce, sia chi preferisce il salato.

Prima di arrivare alla piazza principale con tutte le sue prelibatezze vi accoglierà un bel mercato dove potrete già pensare a qualche pensierino di Natale. Sperlari quest’anno ha  festeggiato i 180 anni di vita dell’azienda conosciuta in tutto il mondo per le sue leccornie offrendo un sacco di iniziative. Con l’occasione non dovete perdere una visita al “museo del violino” e ai vari palazzi storici aperti in via del tutto eccezionale per la manifestazione November Porc, staffetta dedicata a Sua Maestà il Maiale cotto e preparato in tutte le sue sfaccettature: dai ciccioli da passeggio, al Mc porc, al risotto al culatello, ai salumi che la fanno da padroni, al lardo.
In entrambi i casi le aree delle manifestazioni sono facilmente raggiungibili a piedi ed i parcheggi sono comodi. Per chi arriva in camper a Cremona l’area di sosta è in Piazzale Atleti Azzurri d’Italia. Per chi arriva in Camper alla festa del maiale le aree di sosta sono ben segnalate, comode e gratuite.
 
Vi lascio qualche foto, fatte purtroppo direttamente col cellulare quindi non propriamente eccelse, ma credo riuscirete comunque a farvi un’idea di quanto vi ho raccontato.

Buona settimana!

Uncategorized/ Viaggi e dintorni

Weekend a Bressanone

Bressanone, piccola cittadina all’interno della provincia autonoma di Bolzano in Trentino Alto Adige, val bene una visita anche se non è estate piena o non è periodo di mercatini natalizi.

Il comune, in accordo con gli albergatori e l’ente turistico ha ideato la Brixen Card, che viene rilasciata a chiunque pernotti in città e nei dintorni offendo tantissimi servizi gratuiti: mezzi pubblici del trasporto integrato dell’Alto Adige, un’andata e ritorno al giorno con la cabinovia Plose, l’ingresso all’Acquarena, il bagno delle meraviglie a Bressanone, ingresso in 80 musei dell’Alto Adige, manifestazioni culturali ed escursionistiche.

Alcuni suggerimenti per vivere appieno un week end:

Arrivo il sabato mattina. Da Padova son tre ore scarse compresa una pausa wc/caffè.

Visita guidata all’Abbazia di Novacella (non serve prenotare se siete in meno di 10 persone ed è gratuita con la brixen card). Diversamente questi sono i prezzi e gli orari:  http://www.abbazianovacella.it/it/visite/visite-guidate.html
Pausa pranzo in città, dove, il sabato mattina, fino alle ore 14, da maggio a novembre troverete il “mercato del contadino” con vendita di prodotti freschi e tipici.

Due passi in città, poi, recuperato tutto il necessario è d’obbligo un tuffo all’Acquarena. Anche in questo caso, con la Brixen card le prime 2 ore e 30 son gratuite. Le successive costano una sciocchezza.

E per cena? Mi sento di consigliarvi di non tardare troppo, qui le cucine non chiudono tardi. Io vi suggerirei di prenotare qui.

Domenica mattina svegliatevi con calma, fate colazione e poi salite sulla Plose. La cabinovia si trova a S. Andrea/Bressanone (BZ) in Via della Funivia 17. Son ca. 10 minuti di salita, sulla cabinovia possono entrare anche i passeggini.

Scesi dalla cabinovia le offerte per passare una giornata sono infinite. Per la famiglie suggerisco il Woody Walk, passeggiata praticamente pianeggiante di 4 km tra andata e ritorno.

Pausa pranzo al Rifugio Rossalm, malga bellissima con enorme parco giochi.

Una volta ripresa l’auto, sulla via del ritorno verso casa, appena fuori Bressanone, a seconda della stagione, i contadini della zona offrono prodotti stagionali. Noi abbiamo preso delle mele.

Uncategorized/ Viaggi e dintorni

Viaggi e dintorni


Ultimamente mi è capitato spesso di sentirmi chiedere da amici o conoscenti alcuni suggerimenti sul come impiegare del tempo libero se non addirittura le vacanze. Amo andare in giro, vedere posti nuovi e mi piace condividere le mie esperienze.  Assieme alla mia socia ci è perciò venuto in mente di inaugurare una nuova categoria di post che chiameremo “Viaggi e dintorni” dove faremo confluire le nostre esperienze di viaggi e/o di avvenimenti (anche non necessariamente eno-gastronomici) a cui abbiamo partecipato, con l’intento di suggerirvi qualche idea per il week end, un pomeriggio piovoso e noioso e, perché no, magari per le prossime vacanze…ovviamente il tutto molto casereccio, senza alcuna intenzione di sostituirci a chi, questo genere di cose, lo fa per mestiere.
Quando cerco info su una meta che ho in mente mi interessano i “dettagli tecnici”, tipo quanti chilometri, quanto costa, quanto tempo serve, fasce d’età interessate etc etc. e non sempre è facile reperirle. Ci siamo dette che forse anche altri possono essere interessati a questo genere di particolari e che quindi poteva essere interessante condividere le nostre esperienze. Naturalmente saremo ben contente se vorrete onorarci dei vostri commenti anche ad integrazione di quanto andremo ad indicare.

Benvenuti!

Guarda tutti i post della categoria Viaggi e dintorni

Scamorze ai Fornelli/ Uncategorized/ Viaggi e dintorni

Post di rientro dalle vacanze in Croazia

Eccoci di nuovo qui, come state? Io, tra una cosa e l’altra, più stanca di prima, come se le ferie non ci fossero mai state. Quest’anno causa vicissitudini di lavoro e famigliari i giorni di vacanza son stati pochini.
Non sono riuscita a “staccare la spina”, il mio cervello in overflow ha continuato a lavorare, trrrrrrrrrr….trrrrrrrrr…..davvero faticoso. Pazienza, speriamo di rifarci con qualche weekend fuori porta prima dell’arrivo dell’inverno.
Vi lascio qualche scatto, dovesse servirvi qualche dritta sui campeggi (noi eravamo con il camper) o sulle località, non esitate a chiedere!


Siamo stati in Croazia, (meta quest’estate, di parecchi italiani),passando dall’isola di Rab, la piccola cittadina di  Biograd Na Moru da cui siamo partiti per la visita delle meravigliose Kornati, i paesini della costa vicino a Primosten, il gioiellino di Trogir, e la meravigliosa isola di Hvar con il paesino di Jelsa che pare arrivare dritto dritto dalla Provenza. Al rientro ci siamo fermati al National Park di Krka, poche decine di kilometri all’interno all’altezza di Sebenik; decisamente spettacolare!


Ho anche cucinato qualcosa, dal prossimo post le ricette. Ciaoooo!

Scamorze ai Fornelli/ Uncategorized/ Viaggi e dintorni

In camper a Capo Nord

Ovvero 10.000 km attraversando la Germania, un piccolo passaggio in Danimarca e poi via sù sù lungo tutta la Svezia, fino al punto più alto in Finlandia, per poi scendere lungo le meravigliose coste norvegesi…
Ma andiamo con ordine: nel lontano giugno 2000 mi sono sposata ed il viaggio di nozze è stato uno strepitoso giro in moto durato 26 giorni e 10.000km lungo tutta la penisola scandinava. Chi l’avrebbe mai detto che a distanza di 14 anni ci saremmo tornati (ancora insieme ahahahah…) con i nostri due pargoli, in camper… Attraversato il ponte di Malmo (per la cronaca 98€ “one way”) siamo arrivati in Svezia, ci siamo spostati sulla meravigliosa isola di Oland, piena di foche e specie di uccelli, poi a Stoccolma e, paesino dopo paesino, fino a Rovaniemi, in Finlandia, a casa di Babbo Natale. Chi l’avrebbe mai detto che il tanto agognato sole, mai arrivato nel nord Italia quest’anno, sarebbe comparso sulla penisola scandinava fino a portare il termometro a 34°…
Che soddisfazione l’arrivo a Nord Kapp dopo un tunnel che scende fino a 212 metri sotto il livello del mare… stappando una bottiglia di prosecco di Valdobbiadene.

Che emozione uscire in barca sulle Isole Vesteralen in avvistamento delle balene. E la famosa strada 17? Una delle 100 strade più belle al mondo, dove si alternano fiordi, acqua verde smeraldo o azzurro cielo, sabbia bianca, casette gialle e rosse con le barchette in tinta che si riflettono sull’acqua… poi all’improvviso all’uscita da un tunnel il ghiacciaio dello Svartisen quasi azzurro…
Che fame se ripenso alla fiskesuppe (zuppa di pesce), ai gamberetti crudi, al salmone affumicato assaggiato con il burro salato, ai cinnamon roll, alla torta di carote slurp!!!!! Il tempo di organizzarmi e vedrete che alcune di queste ricettine ve le proporrò senz’altro!
Vi lascio qualche scatto e, se vi venisse voglia di questo genere di vacanza, sarò ben felice di fornirvi qualche dritta. Ciao!
PS: Ah, abbiamo anche vinto il contest “Il tormentone dell’estate” di Magna Romagna con questa ricetta 🙂
Scamorze ai Fornelli/ Uncategorized/ Viaggi e dintorni

Weekend a Budapest


Io facciamo che me la tiro… heheheheh! Beh scusate, perché negarlo? Son stata davvero felice che la mia ricetta ed il correlato racconto dell’esperienza di viaggio in Turchia sia piaciuta al punto da farmi aggiudicare il primo premio del contest di Squisito, Viaggio nel gusto, sponsorizzato da L’Altra Casa Kft.
Saremmo dovute partire io e la mia socia, visto che il blog lo gestiamo noi due, ma lei aveva “improrogabili” impegni personali e così è stata “sostituita” da mio marito. Siamo stati benissimo, abbiamo camminato per ore quasi un po’ spaesati dall’assenza delle “zavorre”, visitato la città di Budapest in lungo ed in largo dall’alba a notte.
Abbiamo trovato la città molto bella, molto pulita ed organizzata. Con la Budapestcard valida 48h abbiamo potuto salire su ogni mezzo pubblico, approfittare di un paio di visite guidate della città, entrare in parecchi musei. Abbiamo assaggiato un bel po’ di prelibatezze locali, e, se vi capitasse di passare dal centro mi permetto di suggerirvi “Il Rustico” locale che, a parte il nome, nulla ha a che vedere con il Bel Paese, ma propone in un’atmosfera tipicamente ungherese piatti freschissimi.
Vi lascio alcuni scatti, ciao!

Scamorze ai Fornelli/ Uncategorized/ Viaggi e dintorni

Vacanze sulla costa jonica

Quest’anno abbiamo deciso all’ultimo dove passare le vacanze, perchè avevamo poche idee e ben confuse…
Alla fine abbiamo scelto la costa Jonica, dalla Calabria alla Basilicata, con una puntatina ad Alberobello prima di prendere la strada di ritorno.
Che dire… in vacanza si sta sempre bene, per definizione. La terra calabra ci è piaciuta molto, spiagge joniche poco popolate, mare pulito pieno di pesci sin dalla riva, cibo ottimo a prezzi davvero economici. E chi l’avrebbe detto che La Sila ci avrebbe così affascinati con i suoi giganti, pini larici secolari svettanti verdissimi e rigogliosi in un cielo azzurro intenso….
Se si va in Basilicata non si può non visitare Matera, semplicemente incantevole…
Vi lascio qualche scatto….

Le nostre vacanze/ Scamorze ai Fornelli/ Uncategorized/ Viaggi e dintorni

Vacanze in Sicilia

Lo scorso anno, al rientro dalle umidissime vacanze, (vedi qui) i bimbi ci hanno fatto promettere che quest’anno avremmo rimediato e quando è stato ora di scegliere la meta sono stati irremovibili: qualunque località, purchè al sole e con il mare! E così, visto che da un po’ si continuava a rimandare un giro in Sicilia, abbiamo preso la palla al balzo… Volo su Palermo e noleggio auto (con gli attuali costi della benzina è risultata più conveniente questa scelta anziché partire da casa direttamente con l’auto) e poi qualche giorno nei dintorni di Castellamare del Golfo, qualche giorno nel Ragusano e qualche giorno in prossimità delle Madonie. Spettacolari le saline di Trapani, davvero intrigante la visita alle famose cantine Florio a Marsala, emozionante la Valle dei Templi ad Agrigento per non parlare di Noto e dintorni. Ci è rimasta da visitare la costa est, rimedieremo quanto prima!  Dal punto di vista enogastronomico pura estasi, dal dolce al salato, senza distinzioni…

Couscous di pesce, busiate alla norma, cannoli e arancini, pane cunzatu e sfincione, mignolate e granite e caponata e panelle, miiiiiiii!!!!!!
La mia socia invece, è andata esattamente all’estremo opposto, ossia in quel di “Cermania” e dopo visitato alcune città lungo la costa baltica è andata spassarsela a Berlino, dove parole sue, non c’è il rischio di morire di fame tra chioschi, chioschetti, pub e ristoranti per tutti i gusti più uno!
E voi dove siete andate di bello?

Le nostre vacanze/ Uncategorized/ Viaggi e dintorni

Motogiro in Toscana

O motorigo tos-hano… Ce l’abbiamo fatta!!!  Dopo tanto, tantissimo, troppo  tempo finalmente siamo riusciti a concederci un week end soli soletti. Due gg, 48 ore, solo per noi due!!! E come non bastasse IN MOTO, come ai bei vecchi tempi, quando si partiva la mattina con una vaga idea sulla destinazione e poi, se si arrivava troppo in là, ci si fermava a dormire fuori e si rincasava l’indomani. Piazzati i pupi con mille raccomandazioni siamo partiti sabato mattina, destinazione Monteriggioni in provincia di Siena. Autostrada PD-BO, poi qualche curva in Val D’Idice (gomme nuove nuove da testare, io ne avrei fatto anche a meno….) e sosta per il pranzo a Greve in Chianti. Degustazione di formaggi e salumi locali con mostarda di cipolle e fichi, e via, nuovamente in sella. Un buon gelato a San Gimignano, (forse abbiamo abusato con la mostarda alla cipolla??) passeggiatina tranquilla senza nessuno che si lamentasse della sete, del caldo e della stanchezza (sapete a che mi riferisco, no???????) e arrivo a Castel Pietraio per il pernotto. Se vi piace l’idea di soggiornare in un posto dove l’unico “rumore” è dato dal frinire dei grilli e dal cinguettio degli uccellini siete nel posto perfetto. Si tratta di un vecchio castello ben tenuto nella cui dependance, sono state ricavate una decina di stanze soggette al controllo di una super energica signora tedesca arrivata in Italia 15 anni fa e stabilitasi nel nostro paese per amore: Io adesso spiega voi come fare con codice secreto di porta di ingresso, Jaaaa!!!! Colazione da otto e trenta a tiecci, manciate e beffete e chiedete se affete bisogno, Jaaaaa!  Signorsì Sissignore!

Dopo una doccia rintemprante ci siamo organizzati per cena: i nostri fondoschiena ammaccati hanno imposto il minimo indispensabile di kilometri, così, poiché a pelle ci ispirava, ci siamo fermati alla Futura Osteria situata a Monteriggioni nel borghetto di Abbadia Isola. Siamo stati accolti da cordialissime persone che ci hanno fatto venire l’acquolina alla bocca già con i piatti del giorno, figuratevi quando abbiamo letto il menù da cima a fondo…. Mi è piaciuta tantissimo l’idea di questo locale di reinventare, ma senza snaturarli, i piatti della tradizione, molto carino il pane home made in sacchettini di carta, tipo quelli del fornaio. Vi sembreremo scontati, ma dopo due ottimi antipasti, abbiamo scelto la fiorentina: 1 kg e 700 gr di succulenta carne di manzo che si scioglieva letteralmente in bocca! E per digerire? Un sorbetto di pesca davvero ottimo. Al rientro il buio era completo, il silenzio quasi assordante, che meraviglia!

Domenica mattina, dopo collazzione Jaaa, a Monteriggioni, dove tra l’altro, vi ricordo che ogni anno, la prima settimana di luglio si tiene un festival medievale a cui vale veramente la pena dare un’occhiata. Belli accaldati siamo risaliti in moto, ci siamo fermati ad Arezzo per un caffè e due passi nel centro storico, e poi filati a casa a recuperare la prole. 1000 km di Italia che troppo spesso ci dimentichiamo quanto sia fantastica e quante meraviglie abbia in serbo per noi!
Buon week end!